domenica 30 settembre 2012

Parmigiana di peperoni

Oggi è l'ultimo giorno disponibile per postare la ricetta con la quale partecipo al contest "l'oroscopo nel... piatto".. anzi sono le ultime ore disponibili:)

Le regole di questo contest prevedevano una raccolta di informazioni sul proprio segno zodiacale e le mie ricerche hanno portato a questo:

"Il pianeta dominante del segno zodiacale del cancro è la Luna,  l'elemento è l'acqua, la qualità è cardinale.
E' il segno della maternità, della tenacia, del sentimento profondo, della malinconia e della irascibilità. Le persone di questo segno sono molto emotive e munite di uno spiccato senso di protezione verso il proprio nucleo familiare.

E' un segno difficile ed a volte misterioso.
Vive fra due mondi, quello esterno visto come pericoloso e temuto, e quello interno, pieno di memorie, di fantasia, di sentimenti. E' in equilibrio stabile tra questi due mondi: quando la realtà si fa troppo sgradevole, si rifugia nel domani sperando che i suoi sogni possano divenire realtà. Il domani è la sua protezione.
Fortissimo, per questo segno, il legame con la madre.
La sua sensibilità è estrema, teme sempre di essere messo in ridicolo e può diventare molto, molto permaloso. La sua timidezza lo può indurre a sfoderare un'inconsueta aggressività per difendersi.
E' retto, generoso, schietto e leale verso i suoi amici. Rappresenta il tipo di persona alla quale si può confidare un segreto, affidare un compito, una responsabilità, un lavoro importante."

Tra le mie ricerche questo è ciò che secondo me più mi rappresenta.
Non è stata allo stesso modo semplice la scelta del piatto giusto, queste caratteristiche mi facevano pensare a tanti piatti che non mi convincevano. A quel punto ho chiesto aiuto a mia madre, le ho fatto leggere le mie caratteristiche e lei si è soffermata sulla frase "E' in equilibrio stabile tra questi due mondi: quando la realtà si fa troppo sgradevole, si rifugia nel domani sperando che i suoi sogni possano divenire realtà" dicendo che secondo lei dovevo prendere un piatto tradizionale, di quelli che si preparano in quel determinato modo, uno di quei piatti che ci rappresentano anche nel mondo e stravolgerlo, vederlo a modo mio, dargli quel nome e che di quel piatto rimanesse, appunto, solo il nome.. il risultato è stato questa parmigiana:)!!!

Eccovi la ricetta!!!


  • 4 peperoni grandi (2 gialli e 2 rossi)
  • 100 gr di scamorza affumicata
  • 150 gr di prosciutto crudo
  • parmigian0 
Per la pastella:
  • 2 uova
  • mezzo bicchiere d'acqua
  • 2 cucchiai di farina
  • 3 cucchiai di parmigiano
  • sale, pepe 
  • 2 cucchiaini di lievito istantaneo arpa
 Arrostire i peperoni, spelarli e tagliarli a strisce spesse. Preparare la pastella mescolando tutti gli ingredienti e dopo aver riscaldato bene abbondante olio in un pentolino passare i peperoni nella pastella e cominciare a friggerli. Terminata la cottura dei peperoni sistemare la parmigiana in un tegame alternando uno strato di peperoni, uno di crudo e uno di scamorza fino a riempire la pirofila. Spolverizzare l'ultimo strato di parmigiano e infornare a 180° per  30 minuto coprendo il tegami con dell'alluminio.




                              
                                 Con quest ricetta partecipo al contest "l'oroscopo nel... piatto"

                                                                   

                                                        E al contest del blog "profumo di glicine"
                                                                   http://blog.giallozafferano.it/dolcemela/wp-content/uploads/2012/05/fruitsvege-stock293.jpg


sabato 29 settembre 2012

Collaborazione e ... Raffaello...

Oggi vi presento i prodotti della mia nuova collaborazione.. Life !!


Noci, nocciole, cocco in scaglie, pomodori secchi e farina di ceci.. non vedo l'ora di utilizzarli tutti!!!

E' un'azienda, nata molti anni fa, di imballaggio e trasporto della frutta fresca e che dopo vent'anni ha cominciato ad allargare le proprie competenze dedicandosi anche alla lavorazione della frutta e della sua essiccazione. 
Conosco bene questo marchio e mi trovo molto bene con i suoi prodotti.. principalmente con il cocco essiccato che vi proporrò nella ricetta del Raffaello.

Sono la brutta copia, comunque molto buona, dei Raffaello ferrero. Brutta perchè non ho potuto farli con il cuore morbido tipico di questi dolcetti ma non posso lamentarmi del sapore:)!!
In oltre sono veramente facili e abbastanza veloci da preparare

Per circa 30 Raffaello:
  • farina di cocco q.b.
  • 360 gr di wafer al latte
  • 400 gr di cioccolato bianco
  • mandorle sgusciate




Per prima cosa frullare i wafer e tenerli da parte. In un pentolino a fiamma lenta sciogliere il cioccolato aggiungendogli un po' di latte senza esagerare altrimenti risulterà troppo liquido. 
Amalgamare il cioccolato con la farina di wafer e riporre in frigo per 30 minuti.


 
Trascorso il tempo necessario cominciare a preparare i Raffaello prendendo parete del composto e formando delle palline sistemando al proprio interno una mandorla. Rotolarli, poi, nella granella di cocco. 




 Queste due foto sono merito della mia bravissima amica Martina !!!

lunedì 24 settembre 2012

Fusilloro alla crema di piselli

Oggi sono particolarmente contenta perché ho cominciato un'altra collaborazione con  Life- i prodotti del sole del quale parlerò bene in un altro post!!!
 
Ecco una ricetta veloce veloce in collaborazione con Verrigni e Skaj's. I fusilloro hanno una forma molto carina perché sono più ciccioni dei fusilli normali e poi sono trafilati in oro e questo mi piace un sacco!!!!!!!! :):)

Per quattro persone servono:
  • 400 gr di Fusilloro verrigni
  • 1 confezione di panna da cucina vegetale
  • 1 lattina di piselli
  • 1 confezione di pancetta
  • cipolla
  • 1 cucchiaino di brodo bio vegetale Skaj's
(L'aspetto inganna:):))

 In una padella soffriggere la cipolla e quando diventa dorata aggiungere la pancetta facendola rosolare leggermente. Successivamente versare i piselli con tutta la loro acqua, aggiungere un'altra metà latta d'acqua, salare e far cuocere il tutto lentamente con sopra un coperchio.


Quando il sughetto si sarà asciugato e sarà diventato cremoso aggiungere la panna e un cucchiaino di brodo in polvere amalgamando il tutto. Farlo cuocere solo qualche minuto.

Lessare la pasta, scolarla e mantecarla in padella con il condimento e un po' di parmigiano.

BUON APPETITO!!!

sabato 15 settembre 2012

mercoledì 12 settembre 2012

Auguri...

Anche se quasi all'ultimo minuto.. auguri a tutte le Maria. Visto che in mezzo ci sono anche io mi sono fatta una tortina veloce veloce:)




martedì 11 settembre 2012

Crostini ai peperoni e... crostini al gorgonzola

Pane e peperoni arrostiti è buonissimo ma se il pane e fritto nell'olio.. diventa una bontà!!!!!:):)

Non ho utilizzato delle dosi.. ho fatto "ad occhio" quindi vi darò solo gli ingredienti.. il resto secondo me è a gusto!!

Per i crostini peperoni e stracchino:
  • Pane tipo baguette
  • peperoni
  • stracchino
Per i crostini con il gorgonzola:
  • Pane tipo baguette
  • gorgonzola  Mauri

Arrostire i peperoni ed eliminare la pelle, tagliarli a listarelle e cuocerli con aglio olio e olive nere per una vantina di minuti.


Frullarli insieme allo stracchino (prelevando meno olio possibile dalla padella) fino a ridurli una crema.


 In una padella versare un sottile strato di olio d'oliva e lasciarlo riscaldare leggermente. Aggiungere le fette di pane spesse circa un centimentro e farle cuocere finchè prendano colore e diventino croccanti.
Quando è pronto spalmare con la crema di peperoni e con il gorgonzola e servirli caldi:)


 Io avevo della porchetta a fette da finire e l ho usata per arricchire i crostini ai peperoni!!! 

Con questa ricetta partecipo al contest di "profumo di glicine"



              

Reginelle al pesto di pomodori secchi

Eccomi di nuovo a scrivere dopo le vacanze.. fresca e riposata:).. e con tanta voglia di ricominciare ad occuparmi del blog.. anche se come al solito non avrò molto tempo a disposizione:)

Voglio ricominciare con il mio cibo preferito... la pasta!!:)
Quest estate ne ho mangiata davvero poca e con il primo fresco è la prima cosa che si comincia a preparare:) anche se qui tanto fresco non fa!!!!

Per 4 persone:
  • 400 gr di reginelle
  • 100 grammi di pomodori secchi (se sono sott’olio vanno sgocciolati e sciacquati bene)
  • 50 grammi di mandorle intere
  • 80 grammi di basilico
  • olio d’oliva q.b.
  • aglio
  • 50 grammi di parmigiano grattugiato
  • 1 confezione di alici piccanti rizzoli emanuelli  

Tritare grossolanamente le mandorle e tenerle da parte. Fare un pesto di basilico con un po' d'olio d'oliva e tenere da parte anche questo:)
Frullare i pomodori con l'olio d'oliva fino a renderli una crema. Incorporare il resto degli ingredienti e il parmigiano rimanente.


In una padella soffriggere l'aglio ed eliminarlo appena prende colore. Aggiungere la alici e cuocerle per qualche minuto.



In un pentolino versare il pesto con poca acqua e cuocerle per poco.
Scolare la pasta e mantecarla con il pesto, impiattare e appoggiare sopra le alici.